Imputami il peccato di voler sopravvivere, 2011

Standard

*

Attendo –

non conosco nulla oggi –

esploro ma senza connessione.

.

Attendo e spingo nel fondo delle tasche

poco profonde

la paura.

.

Non so cosa vivi

cosa pensi, se mi pensi, cosa farai.

Non so cosa penso, cosa farò, cosa voglio,

se mi vivo.

.

Vorrei averti, vorrei lasciarti indietro.

.

Attendo

come un suono nelle orecchie

lontano

unghie che graffiano un vetro

che cercano scalfendo

un’entrata al futuro.

.

Non temono di rompersi.

Io, un pò temo.

Attendo.

.

.

IMG_3815 copy

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s